Crea sito

MATERIE PRIME: COSA E DOVE COMPRARE?

Posted on

Ciao a tutti! Inauguriamo la rubrica con questo articolo sulle materie prime must have per iniziare a spignattare!

Sapevate che “spignattare” (vedi voce “spignattare” su Treccani.it) significa “dedicare molto tempo alla cucina”? Io no! È entrato automaticamente nel mio dizionario riferendosi solo alla produzione cosmetica amatoriale, non si smette mai di imparare.

Prima di svaligiare uno shop di materie prime però, io ritengo opportuno soffermarsi su due step immediatamente precedenti a questo: Il primo, è che bisogna prepararsi a livello teorico in modo da sapere cosa andremo a fare e come. Io scaricai da internet un manuale davvero utile che vi consiglio, si chiama: Marotta, Francesca. “Cosmesi naturale pratica.” Tecniche nuove (2002) link

La seconda cosa è stamparvi in testa il famoso detto “Sbagliando si impara” perché nessuno nasce esperto. Anche io sbaglio, ma questo almeno mi permette di capire e migliorare.

Quando ho deciso di iniziare a produrre cosmetici in casa per me stesso, la prima idea che volevo realizzare era una crema viso perché ne avevo abbastanza di comprare creme che poi non andavano bene per il mio tipo di pelle o che non avevano alcun effetto!

Pieno di entusiasmo iniziai a spulciare il web per cercare un’alternativa italiana ad aroma-zone, famosissimo negozio online, e non, francese di materie prime. La trovai e completai il mio primo ordine composto da:

Glicerina (la potete trovare anche in farmacia a 2 euro circa);

Fattori di consistenza (per esempio le cere, la gomma xantana ecc.);

Oli vegetali (per esempio di jojoba, di argan, di macadamia ecc.);

Burri (per esempio di karaté, di cacao, di mango ecc.)

Emulsionanti e co-emulsioannti (per esempio l’alcool cetilico, il metilglucosio sesquistearato, l’olivem-100 ecc.);

Attivi (per esempio gli estratti glicerici, alcuni oli termolabili, le vitamine, il gel di aloe, acido ialuronico ecc) 

Conservante (ad ampio spettro possibilmente)

In base a cosa vorrete produrre poi decidete quali ingredienti prendere e quali no. Sono tutti essenziali, ma quelli ancora più essenziali per una crema viso ad esempio, sono secondo me: gomma xantana, glicerina, un olio, vitamina E, emulsionante, un attivo e il conservante. 7 ingredienti come i 7 vizi capitali 😆

Sì, è una valanga di prodotti ma la cosa positiva è che non andrete ad utilizzarli in un’unica volta ma più volte! È come se fosse un piccolo investimento iniziale ma duraturo. Con questo starter pack di ingredienti però, potrete sbizzarrirvi nel produrre non solo una crema viso ma anche una crema corpo con un’azione specifica o generica, un gel, un siero, un burro labbra e così via.

Abbiamo parlato di materie prime e potenziali ricette ma non abbiamo parlato invece degli strumenti base di cui abbiamo bisogno e delle norme igieniche:

  1. Innanzitutto dovete procurarvi una bilancia di precisione, fondamentale per la misurazione esatta delle materie prime per la nostra ricetta.
  2. Ciotoline da usare esclusivamente per i nostri cosmetici, meglio se di vetro termo-resistenti.
  3. Cucchiaini di plastica, quelli di metallo potrebbero fare reazione con la materia prima, e pipette contagocce.
  4. Un minipimer da usare esclusivamente per l’emulsione delle nostre creme.
  5. Guanti e mascherina, in modo da non entrare in contatto con ingredienti che potrebbero nuocerci, come ad esempio la soda caustica per bilanciare il PH. Non tutti lo fanno ma è bene informare.

Passiamo alle norme igieniche. Come dice anche il manuale menzionato precedentemente, prima di utilizzare i nostri strumenti bisogna accertarsi che siano ben puliti, come anche le nostre mani. Lavate i vostri strumenti con acqua bollente e sapone, io a volte uso anche l’alcol, e asciugateli con un panno pulito. Se avete quasi finito una crema e ne volete aggiungerne altra nel contenitore, lavatelo. La proliferazione di batteri è sempre dietro l’angolo. Se volete che il vostro prodotto duri, dovete prestare molta attenzione alla pulizia durante il processo di produzione e al suo contenitore, anche se usiamo il conservante.

Ritornando alla questione dove comprare le nostre materie prime, io vi consiglio prima di tutto di comparare i prezzi sui vari shop online che ci sono, perché potrete trovare lo stesso prodotto altrove ad un prezzo più competitivo.

Da un anno e mezzo il mio canale RasAlamiahIT collabora con uno shop di materie prime che si chiama Flower Tales (www.flowertalescosmetics.com). Decisi di collaborare con loro non solo per la loro professionalità e meticolosità ma soprattutto perché è una realtà giovane e sono sempre rimasto soddisfatto dalla qualità dei loro prodotti. Inoltre trovo molto bella l’idea di offrire dei kit di materie prime per produrre un determinato prodotto, perché sono accessibili a tutti e semplici!

Spero che questo post vi sia piaciuto e vi risulti utile, aspetto una vostra risposta qui sotto!

A presto!

 

Please follow and like us:
RSS
Follow by Email393
Facebook0
Google+100
http://sinceramente.altervista.org/materie-prime-cosa-comprare/
Twitter2k

6 Comments

  1. Bio Vale says:

    Ciao Dario:) Articolo utilissimo e soprattutto molto chiaro…spiegare nel dettaglio tutti i passaggi di ciò che occorre per l’autoproduzione dei cosmetici è fondamentale..prendo appunti e aspetto gli altri articoli con molto piacere..

    1. Dario says:

      Ciao! Molto bene! Sono contento che ti piaccia 😀 prima di iniziare abbiamo pensato di partire prima dalle basi in modo da fare le cose come si deve. A presto :*

    2. sinceramente bio says:

      Vale sei davvero troppo dolce! Grazie per essere passata.

  2. Elena says:

    Ciao Dario! Benvenuto in questo per me splendido sito! Mi chiamo Elena e seguo Angela dall’inizio. Davvero molto bella la rubrica che curerai e questo argomento mi interessa tantissimo! Spero di riuscire a fare quello che preparerai ma quantomeno ci proverò! A presto

    1. Dario says:

      Ciao Elena! Grazie per il tuo supporto! Non vedo l’ora di mettermi all’opera 😀

    2. sinceramente bio says:

      Ciao Elena grazie mille per il supporto. Un abbraccio

Leave a comment

Your email address will not be published.

*